"Dio ha creato il sogno per mostrare il cammino a chi sogna quando i suoi occhi sono nell’oscurità".

(dal "Papiro Insinger") 


Gli antichi Egizi hanno sempre espresso particolare attenzione per i sogni: dall’Antico Regno fino all’Epoca Tarda innumerevoli sono le tracce scritte, i papiri e le steli che raccontano di sogni, incubi e messaggi divini ricevuti nel sonno. Ma ancor più affascinanti sono i significati, le motivazioni, le interpretazioni che il popolo egizio ha attribuito al sogno.

 

Uno sguardo da vicino nel recesso più segreto della mente umana dell’antichità ci svelerà come gli egizi consideravano l’attività onirica, e come ne sfruttavano le potenzialità "magiche". Faremo assieme un passo avanti in un mondo tanto etereo, fantastico e incontrollabile da esser considerato dagli egizi oltre i confini della realtà, tanto quanto l’Aldilà.