Nel contesto della complessa visione egizia della Vita e della Morte, il Faraone era il primo responsabile, l’unico garante del mantenimento della Stabilità, della Prosperità e dell’Ordine nel mondo.

 

Supremo Sacerdote e incarnazione vivente dell’Horus divino, il Sovrano annoverava un vasto repertorio di rituali religiosi da interpretare per raggiungere i suoi obiettivi.

 

Questa monografia tratterà degli aspetti "teologici" e "pratici" di alcuni dei più curiosi e significativi tra di essi.